Silvia Bettocchi: Fotografa

Il mondo di Silvia è fatto di immagini, natura e spazi aperti ma anche di concetti forti, libertà e futuro.

Fotografa ed esperta in comunicazione e immagine Silvia non è sempre stata una fotografa a Lecco, la città dove è nata: ha fatto la decoratrice, la pittrice e la visual merchandiser.

E poi c’è stata l’Africa.
 

Silvia, l’Africa per molti si trasforma da punto di partenza a punto di arrivo
È così. È un continente che suscita emozioni forti e difficilmente ti lascia indifferente. Sicuramente cambia il tuo modo di osservare e di respirare.
 

Quanto tempo è durato il tuo viaggio?
Sono stata in Africa per quasi 10 anni, durante i quali ho documentato interventi di cooperazione allo sviluppo promossi dalla Ong Cesvi di Bergamo e dalla Cooperazione Italiana allo Sviluppo e ho lavorato come libera professionista nei campi della fotografia e della comunicazione. Ora vivo di nuovo in Italia ma un pezzo del mio cuore e’ sempre la’.
 

Per questo è nato il progetto “Il mio Sudafrica”?
Sì, anche per questo. L’immagine è il mio lavoro e la fotografia è il mio mezzo di espressione.
Il reportage è un manifesto, una testimonianza della mia prospettiva e filosofia del lavoro.

Sono felice anche di presentare in questi giorni il mio primo libro di fotografie sulle Namibia, una terra emozionante.
 

E il tuo futuro?
Non amo pianificare. Ogni progetto è un inizio e sono sempre pronta a partire.

Sentiamo di dover dire grazie a Silvia, non solo per la sua preziosa collaborazione con il Briefinglab, ma anche per l'opportunità che ci da di confrontarci con un mondo così lontano e affascinante come quello dell'Africa che ha vissuto.